Info

Home

Arte e Fede

Chi siamo

La città

Programma 2018

Passate Edizioni

Photogallery

          Web TV           

Amici del Festival

Privacy Policy Cookie Policy

Informazioni su ORVIETO

Orvieto è una spettacolare città di origine etrusca che si innalza su un'imponente rupe di tufo a dominio dell'ampia valle del fiume Paglia, a sud-ovest dell'Umbria.
La città, che dispone di un ricco patrimonio artistico e culturale, porta con sé la magia e la forza di tremila anni di storia visibili nella struttura urbanistica medievale rimasta inalterata nel tempo.

STORIA

Le origini di Orvieto risalgono alla civiltà etrusca. Le testimonianze archeologiche attestano che la città raggiunse il suo massimo splendore economico ed artistico tra il VI e il IV secolo a.C. Dal 263 a.C. i Romani, pur lasciando istituzioni, riti e lingua degli etruschi, si impadronirono della città, ribattezzandola “Urbs Vetus” (da cui il nome attuale di Orvieto).

Dopo la caduta dell'Impero Romano fu conquistata prima dai Goti, poi dai Bizantini e poi dai Longobardi. Intorno all'anno Mille conobbe un nuovo sviluppo urbanistico, economico e sociale e ben presto si costituì in libero Comune con un governo che, nel 1157, il Papa Adriano VI riconobbe e legittimò ufficialmente.

Nel XII secolo estese i propri confini e dominò un territorio che comprendeva vaste zone delle attuali regioni Toscana e Lazio. La potenza e la ricchezza di Orvieto medievale si espressero al massimo grado nel XIII e XIV secolo, come testimoniano gli splendidi edifici ancora oggi orgoglio della città.

ARTE, CULTURA, AMBIENTE

La città dispone di un patrimonio artistico e culturale tra i più ricchi dell’Umbria.
Il Duomo è tra le più maestose realizzazioni dell’architettura italiana, opera di Lorenzo Maitani (XIII secolo): la meravigliosa facciata gotica, con mosaici e bassorilievi, ha uno splendido rosone opera dell’Orcagna. All’interno, tra le molte opere custodite, un capolavoro della pittura italiana del ‘400-‘500: il ciclo di affreschi di Beato Angelico e di Luca Signorelli nella cappella di San Brizio.

Tra gli edifici religiosi più antichi: la chiesa di S. Giovenale, costruita nel 1004 e ampliata nel XIV secolo, la chiesa di S. Giovanni costruita nel 916 sopra il teatro di Costantino, la chiesa di S. Andrea, originariamente del VI secolo, ricostruita nell’XI secolo e completata nel Trecento, la chiesa di S. Francesco (XIII secolo) e la chiesa di S. Domenico (XIII secolo).

Tra gli edifici pubblici più rappresentativi: palazzo Comunale (1216-1219), palazzo del Capitano del Popolo (XIII secolo), palazzo dei Sette (1292),Torre del Moro (XIII secolo) e Torre di Maurizio (1348).

Singolare la visita al pozzo di San Patrizio, capolavoro di ingegneria (1527-1537) di Antonio da Sangallo il Giovane per rifornire di acqua la città. Sotto la città si nasconde la suggestiva Orvieto sotterranea, dove un incredibile numero di cavità artificiali danno vita ad un intricato labirinto di cunicoli, gallerie, cisterne e pozzi. Appena fuori dalle mura la necropoli etrusca del Crocifisso del Tufo (IV-V secolo a.C.), raggiungibile anche a piedi dal centro storico, lungo un suggestivo percorso nel parco archeologico della rupe.

Orvieto è la capitale delle Città Slow. La città ed il territorio sono caratterizzati da una viva tradizione enogastronomica.


INFORMAZIONI

Comune di Orvieto
Sito internet: www.comune.orvieto.tr.it

Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica - IAT del Comprensorio Orvietano
P.zza Duomo, 24 - 05018 Orvieto
Tel. 0763341772-Fax 0763344433
info@iat.orvieto.tr.it